N. 4 - Aprile 2004

Indirizzo e-mail Password
Effettua la registrazione gratuita
[Aut. Trib. Bologna n. 7163 del 3/10/2001]

ISSN 1720-190X





Francesco Silvestri

Ignazio Masulli
Welfare State e patto sociale in Europa.
Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia (1945-1985)
Bologna, Clueb, 2003


In questo volume Ignazio Masulli si confronta con un tema di grande attualità, quello del welfare , andando alla ricerca delle radici storiche e degli elementi che hanno consentito il consolidamento dello Stato sociale in quattro Paesi europei: Gran Bretagna, Francia, Repubblica Federale Tedesca e Italia.


L'autore si concentra su tre periodi fondamentali: quello della nascita dei sistemi di welfare, collocato tra la crisi successiva al tracollo del 1929 e la ricostruzione post-bellica; quello della ?età d'oro?, che copre all'incirca il periodo di grande espansione economica europea degli anni '60; infine, il periodo che va dalla crisi del sistema industriale di inizio anni '70 alla metà degli anni '80.


Masulli affronta la questione analizzando in maniera approfondita e ?tecnica? le politiche sociali ? tutela dei redditi, trattamento pensionistico, istruzione, condizioni lavorative e così via ? realizzate nel quarantennio in ognuno dei quattro Paesi, ma richiamandosi sempre al contesto socio-politico nazionale ed europeo. In questo modo, la trattazione si arricchisce del confronto tra le misure attuate, il colore della compagine di governo ? soggetta ad alternanza in ogni Paese con l'eccezione del caso italiano, dove tuttavia si assiste all'importante esperimento di ?centrosinistra? ? e il clima sociale e politico nazionale.


Il quadro che emerge consente di verificare che la evoluzione dei moderni sistemi di welfare in Europa è meno debitrice di quanto si sia portati a credere all'andamento dell'economia nazionale, ossia di quello schema interpretativo che vede la loro nascita come conseguenza delle politiche di ricostruzione post-bellica, il consolidamento come riflesso dell'onda lunga della crescita europea e la crisi in concomitanza con la recessione degli anni '70 e '80; tale evoluzione, secondo l'autore, è piuttosto il frutto di un insieme di fattori diversi, tra i quali assumono grande rilevanza quelli del confronto sociale interno e della political culture nazionale.


Paradigmatici, in questo senso, gli esempi di Gran Bretagna e Italia, dove il welfare state non prende le mosse dalla ricostruzione, ma rappresenta una sorta di continuazione delle politiche consensuali in corso fin dagli anni '30, come articolazione pratica del ?compromesso keynesiano? (è il caso della Gran Bretagna) o come espressione dello stato sociale fascista, sia pure nel clima di affermazione dei nuovi diritti universali di cittadinanza ? salute, istruzione, lavoro, sicurezza sociale ? di cui le Costituzioni post-belliche si fecero carico in tutto il mondo.


Allo stesso modo, la capacità di pressione di gruppi e categorie sociali danno vita nel nostro Paese ad una prassi di frantumazione delle politiche e di spesa pubblica clientelare che rappresentano il deleterio ?marchio di fabbrica? della concezione post-bellica di Stato sociale italiano. In questo senso, la compensazione tramite prebende di breve periodo e provvedimenti tampone rappresenta, secondo l'autore, l'alternativa di basso profilo alla stipula di un vero e proprio patto su basi anti-fasciste che consenta una programmazione economica con obiettivi condivisi di welfare sociale.


Il volume, pertanto, si presenta ricco non solo di informazioni, ma anche di spunti interpretativi sulle dinamiche che hanno portato alla formazione dello Stato sociale nei principali Paesi europei; proprio la dovizia di spunti e informazioni avrebbe forse meritato alcune pagine conclusive di sistematizzazione da parte dell'autore, così da aiutare il lettore ad orientarsi al meglio. Un modesto suggerimento che non inficia, in ogni caso, il giudizio sulla qualità dell'opera.


 


Francesco Silvestri



Lascia un commento:
Voto (da 1 a 5)
    1 2 3 4 5
Opinione / Commento

Attenzione, il seguente articolo visualizzabile da tutti gli utenti.
In caso vogliate effetuare il download in pdf dell'articolo è necessario effettuare il login
Indirizzo e-mail Password
Effettua la registrazione gratuita



Scarica il testo del saggio in formato PDF
(necessaria registrazione)




Carattere grandeCarattere piccolo





 

Privacy - Norme Redazionali - Contatti:
©2003-2014 Storia e Futuro - Una produzione Luxor srl